Input your search keywords and press Enter.

La Protezione Civile e l’emergenza in provincia: intervista alla Protezione Civile Cepagatti

Modavi Protezione Civile ha attivato una raccolta fondi per mettere a disposizione della Regione Abruzzo una tenda pneumatica da dedicare a struttura sanitaria di primo soccorso per la lotta al COVID-19. La raccolta fondi è visibile e sostenibile a questo link.
Protezione Civile Cepagatti, fra i promotori dell’iniziativa, ci ha lasciato un contributo sull’impegno dell’Associazione nella provincia pescarese in questo periodo di emergenza.
Quanti volontari della tua associazione sono impegnati in questo periodo di emergenza?
Attualmente abbiamo impegnati a rotazione 5 operatori per turno dalla mattina fino a circa le 22.30 ogni giorno.

Quali progetti avete attivato?
Attualmente abbiamo impegnati a rotazione 5 operatori per turno dalla mattina fino a circa le 22.30 ogni giorno. In questo momento siamo impegnati con la funzione di supporto alle attività del C.O.C., quindi siamo a disposizione per dell’amministrazione per gestire le esigenze delle famiglie poste in quarantena e delle persone più fragili che non devono uscire di casa e non hanno famigliari che possono dargli una mano, oltre all’attività di sanificazione con igienizzanti sui luoghi di maggior aggregazione su tutto il territorio comunale ed il controllo dinamico sul territorio per segnalare eventuali violazioni dei decreti e delle ordinanze sindacali, ovviamente in raccordo con le forze dell’ordine.

Qual è l’esigenza principale che avete trovato nella comunità?
 L’esigenza principale della popolazione attualmente è reperire mascherine idonee dato che quelle attualmente che stanno usando sono stesso quelle autoprodotte oppure quelle per la polvere.