Input your search keywords and press Enter.

A Natale si attende la felicità – Gli auguri del Presidente Casto Di Bonaventura

L’uomo è costituzionalmente attesa.

È la sua natura, fin da quando, piccolissimo, attendeva l’abbraccio della mamma o del papà. Crescendo ha continuato e continua ad attendere, anche quando non se ne rende conto. Questi giorni di dicembre, tra la confusione, le incertezze, le paure e le gracili speranze, sono pieni d’attesa e di auguri. Cosa attendiamo? E cosa ci auguriamo? La risposta possiamo trovarla solo se ci pieghiamo ad un lavoro che metta in gioco la lealtà con noi stessi: dobbiamo guardare l’esperienza attraverso le esigenze del nostro cuore.

Io in realtà attendo la felicità e voglio augurare la felicità. Ma che cos’è la felicità? Qui la sfida si fa dura perché non si può barare. Per la mia esperienza la felicità è una presenza umana che mi spalanca il cuore, che mi indica una via ad un destino buono che mi aspetta e che già assaporo. Sarà simile l’esperienza viva di felicità per tutte le persone che voi, cari amici volontari, servite ogni giorno? Io credo di sì, perché, incontrandone tante, ho percepito in tutte loro una gioia che viene dalla consapevolezza di non essere soli, di sentirsi voluti e amati.

Allora per me il Natale è sapere che quello che mi fa vivere, di cui ho preso coscienza in un incontro decisivo per la mia vita, la Presenza da seguire, è nei vostri occhi, nelle vostre braccia, nelle vostre gambe e nelle vostre bocche piene di parole di conforto e di amore per l’altro.

Il Natale vive oggi, davanti ai miei occhi, come 2018 anni fa a Betlemme, grazie alla gratuità, alla carità e all’operosità dei vostri gesti quotidiani.

Grazie a voi Lui, il Signore, è qui tra noi.

Con il cuore pieno di gratitudine vi dico grazie e vi auguro Buon Natale e buon anno.

Casto Di Bonaventura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *