Input your search keywords and press Enter.

Il lavoro del CSV per lo sviluppo della comunità

Il CSV di Pescara ha costruito nel tempo un’offerta integrata, multidisciplinare e costante alle Associazioni, ai volontari e alla cittadinanza del capoluogo e dei territori della provincia che comprende la promozione del volontariato, informazioni, supporto e consulenza sui molteplici aspetti che riguardano la vita del volontariato.

Impegnarsi per contribuire al miglioramento della collettività e del mondo che ci circonda è una questione per persone con ampi orizzonti e cuori grandi, ma richiede anche competenze, conoscenze e un lavoro di squadra consapevole, che sappia muoversi con l’inesorabilità della coesione e l’agilità utile per districarsi tra le normative, i rivoli della comunicazione e i paletti della burocrazia. Tutto questo in uno scenario, quello del Terzo Settore, in una particolare fase di evoluzione.

Il Centro di Servizio per il Volontariato di Pescara, ha accolto il cambiamento con una serie di servizi che, funzionando in sincrono con le mutate esigenze e integrandosi tra loro, hanno assunto nel loro insieme, l’aspetto di un ingranaggio composto da vari pezzi: promozione del volontariato, orientamento, formazione, informazione, consulenza e sostenibilità.

Il cammino ci vede insieme dai primi passi, grazie al primo orientamento che viene offerto a chi si affaccia per la prima volta al volontariato e vuole capire, ad esempio, quale tipologia associativa risponda meglio ai propri scopi, oppure a chi vuole delucidazioni su specifici aspetti della Riforma del Terzo Settore o a chi porta al Csv un’esigenza da indirizzare verso consulenze mirate.

Un primo supporto operativo viene offerto anche per le pratiche burocratiche, come la compilazione dei Modelli E.A.S., per la richiesta del 5xMille, l’iscrizione ai Registri, la Prima nota cassa, le relazioni sull’attività dell’associazione e sulle modalità di rendicontazione, oltre a fornire informazioni riguardanti gli Albi, le nuove normative, gli adempimenti legislativi e le scadenze.

Le manifestazioni di interesse e i cinque progetti in rete che ne sono scaturiti (portando a lavorare, insieme al CSV, ben 27 associazioni in collaborazioni trasversali, su plurimi obiettivi  e quindi rivolgendosi a cittadini con esigenze diversificate, con un’attenzione particolare alle periferie) ci hanno dato modo di affiancarvi nella co-progettazione e nella gestione progettuale, con lo sportello della sostenibilità. Oltre a questa professionalità, che abbiamo imparato a conoscere nell’ultimo anno, continuano il loro lavoro di supporto i consulenti per la comunicazione, che aiutano nel promuovere le attività e le associazioni, sia affiancando nell’utilizzo dei vari strumenti, sia realizzando i materiali necessari, poi i consulenti per gli aspetti legali e per le questioni fiscali, che danno indicazioni utili e aggiornate rispetto agli adempimenti normativi e fiscali

La  valorizzazione del ruolo delle associazioni e delle scuole, il rafforzamento dei legami istituzionali con gli enti del territorio hanno avuto come conseguenza anche un profondo rinnovamento dell’iniziativa “Io, tu… Volontari!”, che da  venti anni apre ai ragazzi delle scuole la frontiera della gratuità e li sensibilizza a un impegno nel sociale, al donarsi agli altri, senza pregiudizi, in un’età, quella adolescenziale, dove si è ancora concentrati sul “ricevere” e si è poco allenati ad allungare lo sguardo oltre il proprio sé. Abbiamo voluto sfidarli a staccarsi dal virtuale, per tornare indietro a immergersi nella realtà, a guardarla senza filtri (il motto del progetto è, infatti, “#NoFilter, Back to the reality”). Gli studenti, e le scuole, hanno raccolto la sfida con partecipazione crescente che è riuscita a coinvolgere più di 300 ragazzi e la maggior parte degli istituti scolastici di secondo grado della provincia (2 scuole su 3).

Per affrontare il cambiamento, inoltre, bisogna essere resilienti e cambiare noi stessi prima di tutto. In questa ottica assume una grande importanza la formazione, l’aggiornamento costante destinato a tutti, che abbiamo curato ascoltando le vostre esigenze e le sollecitazioni del mondo esterno, affrontando insieme le tematiche generaliste, con diversi incontri legati al lavoro di gruppo, e con la prima edizione della scuola di progettazione, un’avventura sfidante iniziata nel 2019, fino alle questioni assicurative che vedremo nel prossimo febbraio e agli altri workshop e corsi di formazione che seguiranno. I formatori di cui possiamo avvalerci sono persone esperte nei diversi ambiti e con una conoscenza specifica per il Terzo Settore.

Nella nuova sede inaugurata a novembre, momento in cui abbiamo festeggiato insieme e presentato il fotolibro dei progetti realizzati con il Bando Regolamento, con i volti, le aspirazioni e i buoni propositi concretizzati, abbiamo destinato proprio alla formazione uno spazio importante, con una sala luminosa, accessibile, capace di accogliere fino a 35 persone, dotata di un grande monitor da 65 pollici per le presentazioni e che rimane a disposizione delle associazioni, che possono utilizzarla gratuitamente previa prenotazione.

Proprio questi servizi, chiamiamoli “logistici”, rappresentano un’ulteriore porzione di soluzioni disponibili per le associazioni, dove, oltre alla sala formazioni, troviamo il servizio di stampa e fotocopie e tutte le attrezzature che possono essere richieste: il proiettore con il telo, i computer portatili, una macchina fotografica reflex.

Le risposte del CSV, come abbiamo visto, sono tante, multidisciplinari e trasversali per scopi e destinatari. Rappresentano un’offerta ampia, dalla quale vi invitiamo ad attingere, ma non ha la pretesa di essere esaustiva, perciò siamo sempre curiosi di ricevere i vostri consigli e le vostre richieste, che arricchiranno non solo il nostro paniere, ma soprattutto tutti coloro con i quali è condiviso: noi, voi, la cittadinanza, in una parola sola quel Bene Comune che è la piccola meta quotidiana che ci accomuna e ci porta sulla stessa, buona, strada.

Il 2020 favorirà un ulteriore ampliamento di orizzonti al nostro lavoro: con l’imminente nascita del CSV Abruzzo e le sue quattro sedi territoriali di L’Aquila, Pescara, Chieti e Teramo, potremo affrontare insieme una nuova scommessa sulla crescita del CSV nella sua vocazione istituzionale, rafforzare il supporto al volontariato e al territorio abruzzese nella sua totalità, valorizzando le possibili sinergie tra le realtà presenti e interessando la collettività tutta a livello regionale.

 Buon lavoro a tutti per un fruttuoso anno dalle persone del CSV.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *